fbpx

Manca un’assistenza parallela a quella ospedaliera e dedicata a coloro che, seppur ormai senza sintomi, non hanno dove andare in attesa di negativizzarsi.

Manca un’assistenza parallela a quella ospedaliera e dedicata a coloro che, seppur ormai senza sintomi, non hanno dove andare in attesa di negativizzarsi. Parliamo di anziani, di gente sola o in stato di indigenza, i più fragili, persone che più di altri risentono dell’assenza di programmazione da parte dell’apparato statale e che per questo vengono trattenuti in ospedale seppur non più bisognosi di terapie.
Quello dell’emergenza è un sistema che fa acqua da tutte le parti, manca una pianificazione e una visione d’insieme delle problematiche da affrontare e quanto sta accadendo lo conferma.
Scroll to top